Investire conoscendo i rischi

«Spesso che pure non investirebbero mai in un immobile senza aver prima trattato sul prezzo ed averne esaminato la congruità, non sanno nemmeno quali sono i costi applicati sui fondi o sulle polizze che hanno in portafoglio.
Risparmiare e investire sono due momenti della stessa azione. Un’azione complessa. Che si vogliano fronteggiare spese impreviste o pianificare un lascito per i propri nipoti, la ricerca della soluzione ottimale presuppone la conoscenza delle caratteristiche di rischio e di rendimento degli strumenti a disposizione».
I consigli di un analista su Affari&Finanza

Seguici sui principali social media:

Beni conferiti per debiti da attività d’impresa

Novità sul fondo patrimoniale: sarebbero attaccabili i beni conferiti per debiti da attività di impresa.
E’ stato per anni lo strumento per difendere la casa dal pignoramento del fisco, ora non potrebbe più essere così. Lo ha stabilito una recente sentenza della Corte di Appello di Lecce, confermando il nuovo giudizio della Cassazione. 
Finora infatti la casa inserita nel fondo patrimoniale poteva essere pignorata, anche dopo cinque anni dalla sua costituzione, solo per i debiti contratti per “bisogni della famiglia”.
Secondo il nuovo orientamento della Corte, in quella categoria rientrerebbero anche i debiti contratti dall’attività commerciale della famiglia. Come funziona a questo punto? 
Qui per approfondire da Laleggepertutti.it

Seguici sui principali social media:

Prestiti baciati BPV? Sono nulli

Prestiti e mutui concessi ai clienti ma condizionati all’acquisto di azioni o obbligazioni convertibili dalla banca stessa: i prestiti cosiddetti “baciati” sembrano essere stati una prassi per la Banca Popolare di Vicenza, secondo le verifiche della Bce. Una sentenza del Tribunale di Venezia nell’aprile scorso li ha dichiarati nulli. Dunque, chi li ha sottoscritti non deve rimborsarli.
Per saperne di più: da Il Corriere del Veneto

Seguici sui principali social media:

Novità sui beni in trust per disabili

Sono state approvate dalla Camera dei Deputati le misure di assistenza e le agevolazioni fiscali volte a tutelare le persone con disabilità grave e prive di sostegno familiare. Entreranno in vigore dal 1 gennaio 2017.
In sintesi: è elevato a 750 euro l’ammontare della detrazione sulle assicurazioni con oggetto il rischio di morte finalizzato alla tutela delle suddette persone; diventa principio generale l’esenzione dall’imposta sulle successioni e donazioni dei beni e dei diritti conferiti in trust, di cui si definiscono limiti e scopi; sono deducibili le erogazioni liberali nei confronti dei trust o dei fondi speciali.
Qui per ulteriori dettagli da eutekne.info

Seguici sui principali social media: