Flat tax per gli insegnanti sulle ripetizioni


La flat tax per gli insegnanti, sulle ripetizioni impartite fuori dall’orario di lavoro a studenti in difficoltà, è una delle novità contenute nel decreto fiscale.
Dal 1 gennaio 2019, infatti, gli insegnanti potranno regolarizzare la loro posizione con il fisco se impegnati, come spesso succede, a dare lezioni private finora rimaste “in nero”.
Come sarà calcolata? La flat tax sarà pari al 15% dei compensi, la stessa percentuale che il decreto ha previsto per tutti i titolari di partita IVA con fatturati fino a 65 mila euro.
A chi verrà riconosciuta?
Secondo il decreto a beneficiarne saranno i docenti titolari di cattedre nelle scuole di ogni ordine e grado.
Dovranno comunicare alla propria amministrazione scolastica, dove svolgono la professione, di essere impegnati anche in attività didattica al di fuori del lavoro nell’istituto. La comunicazione serve per verificare eventuali incompatibilità.
A quel punto, il reddito proveniente da queste attività extra-professionali sarà tassato separatamente rispetto a quelli della retribuzione ordinaria.
E con il fisco?
I docenti che sceglieranno il regime di flat tax per le ripetizioni dovranno versare l’imposta sostitutiva entro i termini previsti per l’Irfef. Dunque:
– entro il 30 giugno oppure entro i successivi 30 giorni pagando una maggiorazione dello 0,40%
– entro il 30 novembre per quanto riguarda la scadenza dell’eventuale seconda o unica rata di acconto dovuta.
A chi presenterà il modello 730 l’importo dovuto sarà direttamente trattenuto dal sostituto d’imposta, così come avviene ora in caso di Irpef a debito.
Questo è quanto previsto dal Decreto Fiscale che, come si sa, dovrà essere approvato dalle Camere in occasione della Legge di Bilancio 2019. Bisognerà capire se sarà confermato o modificato. Successivamente sarà l’Agenzia delle Entrate a stabilire i dettagli con un suo provvedimento.
Chi è interessato potrà verificare la convenienza e l’iter da seguire con il proprio consulente.

Seguici sui principali social media:

Lascia un commento