Lo scontrino elettronico sarà obbligatorio dal 2020

ph. Daria Shevtsova

Dopo la fattura elettronica sarà la volta dello scontrino elettronico: agli esercenti sarà chiesto di  inviare a fine giornata tutti i dati dei corrispettivi giornalieri alla Agenzia delle Entrate.
Succederà a partire dal 2020, ma ci sarà già con un primo step nel 2019.
A prevederlo è il decreto fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2019 e messo a punto i giorni scorsi dal governo.
Lo scontrino elettronico prevede l’obbligo di memorizzare e trasmettere i corrispettivi giornalieri: lo dovranno fare i titolari di partita IVA che esercitano attività di commercio al minuto.
Per poterlo emettere, gli esercenti dovranno dotarsi di appositi  registratori telematici  e per questo saranno previste delle apposite agevolazioni.
L’obbligo sarà a tappe: scatterà dal 1 luglio 2019 per chi ha un volume d’affari superiore a 400 mila euro e dal 1 gennaio 2020 tutti gli altri.
La misura è stata ideata per combattere l’evasione fiscale.
Per rendere ancora più stringente l’operazione, è anche prevista una sorta di coinvolgimento dei cittadini tramite una lotteria dei corrispettivi: dal 2020 saranno infatti estratti a sorte dei premi, collegati agli scontrini emessi.
Sarà da vedere in sede di approvazione del decreto e della legge di bilancio cosa succederà e se saranno confermate date e interventi.
Come nel caso della fatturazione elettronica, anche per gli scontrini telematici i consulenti fiscali potranno comunque seguire chi è interessato dal provvedimento.

Seguici sui principali social media:

Lascia un commento