Credito IVA 2016? In compensazione

Le ditte che hanno maturato credito IVA nel 2016, così come risulta dal modello IVA 2017, a partire dal 16 marzo lo possono portare in compensazione di altri tributi.
L’utilizzo in compensazione ha una serie di limitazioni in base all’ammontare del credito:
1) fino a € 5.000 non richiede alcun adempimento “preventivo” ed è interamente utilizzabile fin da subito;
2) se supera i 5.000 €, richiede la presentazione del modello IVA 2017. La compensazione dell’importo eccedente i 5.000 €, può essere effettuata dal giorno 16 del mese successivo a quello di presentazione della dichiarazione. Considerato che il modello IVA 2017 va presentato in forma autonoma entro il 28 febbraio 2017, il credito per importi superiori a € 5.000 può essere utilizzato dal successivo 16 marzo;
3) se è superiore a € 15.000, richiede la presentazione del modello IVA 2017 con apposizione del visto di conformità. Va sottolineato che l’aumento del limite da € 15.000 a € 30.000 (disposto dal Decreto Collegato alla Finanziaria 2017), riguarda esclusivamente la richiesta di rimborso del credito IVA.

Seguici sui principali social media:

Crediti dall’estero e sequestro conto corrente

Ben un milione di piccole imprese hanno difficoltà a recuperare i crediti transfrontalieri, con una perdita di 600 milioni di euro all’anno.
Da oggi sarà più facile recuperare i propri crediti nei confronti di un soggetto situato in un altro Stato dell’Unione Europea: grazie alla nuova procedura di recupero dei crediti oltre frontiera diventa possibile chiedere il sequestro conservativo su conti bancari del debitore per facilitare il recupero transfrontaliero dei crediti in materia civile e commerciale.
In questo modo, il creditore transnazionale può chiedere, al giudice, l’adozione di una cosiddetta «ordinanza europea» che blocchi il conto, onde evitare che, nell’attesa che giunga la sentenza finale del giudice che decide sulla controversia, il debitore nasconda i propri soldi, rendendoli ormai non più rintracciabili.
Con il nuovo sequestro conservativo, invece, i soldi vengono bloccati: non passano al creditore, ma restano nella banca, la quale però è tenuta a non consentirne il prelievo o lo spostamento su altri conti in attesa della decisione del giudice.
Un approfondimento su Laleggepertutti.it

Seguici sui principali social media:

Imprenditoria giovanile, call regionale

Le  imprese a gestione prevalentemente giovanile, composte da giovani di età compresa tra i 18 ed i 35 anni compiuti,  classificate come PMI possono richiedere la seguente agevolazione:
a) un contributo in conto capitale pari al 15% del costo del progetto ammesso e oggetto di realizzazione;
b) un finanziamento bancario/leasing (per le fattispecie ammissibili) agevolato di importo pari al 85% del costo del progetto ammesso e oggetto di realizzazione.
Sono ammissibili le spese per un ammontare che va da un minimo di € 20.000,00 ad un massimo di € 100.000,00 IVA esclusa.
Il Bando Regionale è sempre aperto, poiché si tratta di un Fondo a rotazione. La domanda va presentata a Veneto Sviluppo S.p.A. per il tramite della Banca/Società di leasing finanziatrice, ovvero per il tramite di un Organismo consortile, utilizzando l’apposita modulistica reperibile sul sito dell’Ente.

Seguici sui principali social media:

Microcredito, finanziamenti aperti

Il progetto Microcredito d’impresa  è uno strumento di aiuto per creare una propria impresa senza dover fornire garanzie reali alla banca o chiedere aiuto alla famiglia.
Il microcredito d’impresa o di lavoro autonomo prevede finanziamenti fino a 25.000 euro, per favorire l’avvio o l’esercizio di attività di lavoro autonomo o di microimpresa a persone fisiche, società di persone, s.r.l. semplificate, associazioni o società cooperative, con sede sul territorio di riferimento.
Le Camere di Commercio territoriali hanno sottoscritto una convenzione con Istituti bancari locali che prevede la costituzione di un fondo di garanzia che agevola la concessione di finanziamenti.
Il più vicino sportello di Servizio Nuove Imprese è a Marghera in via Banchina Molini 8.

Seguici sui principali social media: